Home      |      Pub e arte       |       Elogio della citazione      |      Pub e ...altro      |       Schede didattiche      |      Area Studenti

 

CLASSI 1 A-B
 

SCRUTINIO INTERMEDIO..

6 (1B) e 7 (1A) FEBBRAIO 2018

SCRUTINIO FINALE..

0 GIUGNO 2018
   

Visite guidate

Da stabilire  (aprile) Roma, itinerario imperiale: Anfiteatro Flavio, Foro Romano, Foro di Traiano, Pantheon
Da stabilire  (maggio) Roma, Villa dei Quintili sull'Appia antica oppure Domus romane di Palazzo Valentini
   

Programmi per verifiche scritte e orali

ottobre/novembre 2017 Concetti base: iconografia, stile, iconologia (Scheda didattica 24). La cronologia e il calendario (Scheda didattica 13).
 
Preistoria
   Il Paleolitico superiore e la nascita dell'arte (LINK). Le Veneri preistoriche. La pittura rupestre: i soggetti, il colore, le tecniche esecutive; il naturalismo. Altamira, Lascaux
[pp. 2-7].
    Il Neolitico (LINK). l 'megaliti' (menhir, dolmen, cromlech). I triliti. Stonehenge. Le incisioni ripestri: la sintesi simbolica. La ceramica: un'invenzione controversa. Tecniche esecutive. Il tornio [pp. 9-12].
   L'Età dei metalli: i bronzetti (
Scheda didattica 7) [p. 14].
 
Civiltà mesopotamiche [pp. 16-21]
I Sumeri. La Ziqqurat (Ur), descrizione e significato, materiali costruttivi. Le statuette votive (Ebih-il, da Mari), il colore. Le arti minori e la tecnica dell’intarsio: l'Arpa di Ur, lo Stendardo di Ur (materiali, significato, analisi stilistica e convenzioni figurative). Gli scavi inglesi a Ur.
I Babilonesi. La stele di Hammurabi; la città di Babilonia con la Porta di Ishtar e il viale delle processioni (l'arco, la volta a botte, la ceramica invetriata). Gli scavi tedeschi a Babilonia. I Giardini pensili e le Sette meraviglie del mondo antico. La torre di Babele.
Gli Assiri. I 'Lamassù' (palazzo di Khorsabad). I rilievi storici (palazzo di Ninive. Convenzioni figurative).
 
  Civiltà egizia [pp. 24-33, 38-39, 43-44]
I materiali dell'architettura. Il Tempio di Amon a Karnak (LINK): sviluppo nei secoli, caratteristiche della pianta , colonne; policromia. Gli obelischi (significato e ragioni della loro presenza a Roma).
    L'architettura funeraria: piramidi e ipogei. La Piramide di Zoser a Saqqara. La necropoli di Giza e le piramidi di Cheope, Chefren e Micerino. La Piramide di Cheope (materiali, cantiere costruttivo, le camere funerarie). Le tombe ipogee nella valle dei Re (Tomba di Tutankhamen (LINK): descrizione; sarcofago d'oro; trono; maschera funebre) e nella valle delle Regine (Tomba di Nefertari).
    La scultura monumentale. Materiali. Le due iconografie principali del faraone; seduto (statua di Chefren) e stante (gruppo statuario di Micerino con la moglie). Frontalità e immutabilità.
 
novembre/dicembre 2017
 
Civiltà cretese (minoica)
(LINK) [pp. 45-49]
Periodizzazione.
Creta nel mito greco. I grandi palazzi e il mito del labirinto. Palazzo di Cnosso (complessità della struttura, l’uso di colonne; il ruolo della decorazione pittorica). La decorazione murale: sala del trono del palazzo di Cnosso; tauromachia (colori piatti, non chiaroscuro, non scorcio prospettico); il Principe dei gigli (convenzioni rappresentative; integrazioni).
 
Civiltà micenea (LINK) [pp. 52-57]
Contesto storico-culturale: la calata degli Achei. Una società guerriera. Heinrich Schliemann alla scoperta di Troia e Micene. La rocca di Tirinto (mura ciclopiche). La città-fortezza: Micene, reggia (megaron) e fortezza degli Atridi (mura ciclopiche, Porta dei leoni). I tesori funerari delle tombe micenee (pugnale ageminato; cosiddetta maschera di Agamennone; tazze da Vaphiò e lo sbalzo in oreficeria). Micene, il Tesoro di Atreo: descrizione e terminologia (Tholos, pseudo-cupola).


Civiltà greca
Periodizzazione. Importanza della civiltà greca nei secoli.
 
    Medioevo ellenico: l'invasione dei Dori e la fine del mondo miceneo.
La rinascita dell’VIII secolo a.C. La polis, modello di organizzazione politica e urbanistica. La ceramica di stile geometrico e l’Anfora del Dipylon. I vasi greci (tipologie; le parti del vaso; ceramografi e pittori) [pp. 60, 61-63, 68].
 
gennaio/febbraio 2018     Età arcaica (LINK). Complessità della civiltà figurativa arcaica: la pianificazione urbanistica (polis), la nascita dell'architettura monumentale (templi) e della scultura di grandi dimensioni (statuaria e templare), la produzione ceramica. L'attività sportiva come mezzo per modellare corpo e spirito (kalòs kaì agathòs); religione, sport e valore educativo dell'arte; le Olimpiadi [pp. 71, 141-143].
 • La statuaria monumentale: i rapporti con la scultura egizia (Kouros Capo Sunio). Il kouros e la kore; la nudità virile e l'attività atletica. Il sorriso arcaico e gli occhi allungati. La scuola dorica: Kleobis e Biton di Polymedes di Argo: forme massicce, squadratura, muscolatura accentuata. La scuola ionica: Kouros di Melos, Hera di Samo: forme più snelle, superfici luminose. La scuola attica: Kore dell’Acropoli, Moskophoros: potenza ed eleganza. Policromia (
Scheda didattica 11) [pp. 84-91].
 • Architettura: il tempio, emblema della civiltà greca e modello nei millenni. Dal megaron miceneo al tempio. Tipologie di templi (terminologia e descrizione). Materiali e tecnica costruttiva. Gli ordini architettonici dorico, ionico e corinzio: terminologia e caratteri salienti. Il colore nell'architettura. Razionalità e ricerca della perfezione: il canone. Simmetria e modulo; euritmia e correzioni ottiche (scheda didattica 15)
[pp. 72-81].
 • Ceramica: Tecnica a figure nere (Exekias, Anfora con Achille e Aiace) e a figure rosse (Euphronios, Cratere con giovani che indossano le armi; Sosia, Kylix di Achille e Patroclo) (
scheda didattica 1) [pp. 67, 69].
 
febbraio/marzo 2018     Età classica. L'apogeo della civiltà greca (scienza, filosofia, democrazia). Il primato di Atene, l'artista e il cittadino. Le guerre contro i Persiani [p. 00].
 
  • Primo Classicismo, V secolo a.C. (LINK)
 
   Novità e sperimentazione: lo stile “severo” (480-450 a.C.). Originali e copie nella statuaria. L'uso del bronzo e la tecnica della «fusione a cera perduta» (Scheda didattica 7). I soggetti della scultura (atleti, dei, miti). La ricerca della ponderazione. La scomparsa del "sorriso arcaico" e la serenità olimpica (imperturbabilità). Verso il naturalismo. L’Auriga di Delfi: austerità, ricerca di perfezione, cura dei particolari [p. 00]. Lo Zeus/Poseidon del Capo Artemision: la ricerca della ponderazione [p. 00]. I Bronzi di Riace: rinvenimento in mare. L’ipotesi di Paolo Moreno: “Tideo” e “Anfiarao” dal “Monumento ai Sette contro Tebe” sull’acropoli di Argo, opera di Polimedes di Argo e Alkamenes [p. 00]. Mirone, il Discobolo, e il problema della figura in movimento. La visione frontale. La percezione di una scultura a tutto tondo [p. 00].
 
   L’esperimento della perfezione: Policleto e Fidia
Policleto, “scienziato” della scultura. Il Doriforo: oltre l'apparenza, il modello ideale (proporzioni e canone; ponderazione e chiasmo). Il Bello ideale (Naturalismo e Idealizzazione) e la ricerca dell'Eterno: l'Uomo non come «è» ma come «dovrebbe essere». Arte come epistéme. Il Diadumeno: maggiore libertà espressiva
[p. 00].

L'acropoli di Atene e Fidia. La ricostruzione dopo la vittoria sui persiani. Pericle e Fidia, direttore dei lavori [p. 00].
 
Il Partenone. Vicende nei secoli: da tempio a chiesa a moschea. La distruzione. Lord Elgin e il problema della restituzione dei marmi del Partendone. La celebrazione della potenza di Atene.    Tempio periptero, di ordine dorico con spirito attico. Le correzioni ottiche. Il ruolo di Iktinos e Kallikrates
[p. 00]. Statua crisoelefantina di Athena Parthènos [p. 00]. La decorazione scultorea: programma decorativo di frontoni, fregio dorico (metope) e fregio ionico. Stile (equilibrio, compostezza, idealizzazione, controllo delle emozioni; panneggio "bagnato"). Il “ritmo” del fregio ionico. I problemi tecnici e stilistici della decorazione dei frontoni (confronto con Frontoni del Tempio di Aphaia a Egina e del Tempio di Zeus a Olimpia [p. 00, 00]). Il colore (Scheda didattica 11). Il significato (vittoria della civiltà sulla barbarie).
 
  • Secondo Classicismo, IV secolo a.C. (LINK)
Il IV secolo e l’umanizzazione dell’ideale classico: il tempo del pathos e della charis. La guerra tra Sparta e Atene; Filippo V il Macedone e la fine della libertà della polis. L'umanizzazione dell'ideale classico: permanere della tematica consueta (atleti, dèi, miti) e dell'interesse per la bellezza giovanile e la virtù, ma progressivo approfondirsi dell'interesse per i sentimenti e il movimento
[p. 00].
Prassitele: charis (grazia), sensualità, dolcezza; l'inclinazione su un fianco; marmo lucido e "ganosis". Afrodite cnidia, primo nudo femminile greco; Frine, la modella; Ermes con Dioniso bambino, l’affettività [p. 00].
Skopas
: dinamismo, passionalità ed emotività (pathos); marmo scabro, chiaroscuro. Le sculture frontonali di Tegea, originali marmorei di decorazione templare; espressività; Mènade danzante, ritmo spiraliforme e senso di abbandono
[p. 00]. L’Amazzonomachia nel Mausoleo di Alicarnasso, un monumento funebre grandioso e “barbarico” tra oriente e occidente [p. 00]; le Sette meraviglie del mondo antico (elenco e caratteristiche)

Il teatro: importanza degli spettacoli teatrali (tragedia e commedia). Terminologia e caratteri salienti. Dal teatro arcaico a quello classico. Il Teatro di Epidauro [p. 00].
 
marzo/aprile 2018     Età ellenistica (LINK)
   

Testi, immagini & video (approfondimento)

La Preistoria e gli inizi dell'arte Età arcaica: il tempio, la scultura, la ceramica
Civiltà egizia Prima età classica: l'esperimento della perfezione (in progress)
Creta, Troia e Micene Seconda età classica: l'umanizzazione degli dei
 
Dizionario Etimologico della Mitologia Greca (fornisce informazioni e una scelta delle fonti principali su ciascun personaggio, e un'etimologia attendibile degli antroponimi del mito greco e latino. A cura dell'Università degli Studi di Trieste - Dipartimento di scienze dell'Antichità "Leonardo Ferrero")
 
● Concetti base: iconografia, stile, iconologia (Scheda didattica 24)
● La cronologia e il calendario (Scheda didattica 13)
● Le correzioni ottiche (scheda didattica 15)
● Atleti e atletica: Doriforo di Policleto e canone - Il Pancrazio (Scheda didattica 2)
● La statuaria: Percezione di una scultura a tutto tondo - Apoxyòmenos di Lisippo (Scheda didattica 4)
● La scultura in bronzo (Scheda didattica 7)
● Il ritratto nell'arte romana (Scheda didattica 6)
● Aspetti della civiltà antica: Pranzo luculliano - Baccanale - Deus ex machina (Scheda didattica 10)
Il colore nella scultura e architettura antiche (Scheda didattica 11)
● Mosaici e intarsi: tecniche di decorazione pavimentale e parietale nell'antichità (Scheda didattica 12)

                                                                                                                                                                           INDEX STUDENTI


Presentazione     |      Chi siamo     |     Sito- Bibliografia     |     Indice artisti & opere      |      Matdid      |      Link      |    Contatti